Crisi di governo: le diverse posizioni del Gruppo misto alla Camera espresse a Mattarella

(Foto di Francesco Ammendola - Ufficio per la Stampa e la Comunicazione della Presidenza della Repubblica)

Sono tre le posizioni espresse dai membri del Gruppo misto alla Camera dei deputati nel corso delle consultazioni con il presidente della Repubblica. Le ha riassunte così il capogruppo Manfred Schullian: “C’è una maggioranza delle componenti che è leggermente o timidamente disponibile anche a valutare la possibilità di sostenere un futuro governo con una nuova maggioranza, con la riserva di conoscere programmi, obiettivi e persone che dovranno portarli avanti”. Poi “c’è la posizione delle minoranze linguistiche che si asterranno nel momento genetico di formazione di questo governo e che valuteranno poi caso per caso come votare”. Infine “c’è una posizione di opposizione già preannunciata dal collega Lupi” di “Noi con l’Italia–Usei”. Le diverse posizioni sono state precisate dagli altri membri della delegazione. Per Beatrice Lorenzin (Civica popolare), “siamo in una situazione di attesa delle principali forze politiche però simo assolutamente favorevoli alla nascita di un nuovo governo se rispetta un perimetro strettamente europeo, è filoatlantista e prende in mano la situazione non facile del bilancio del Paese”. “Abbiamo ribadito il concetto che non si vota qualsiasi governo, aspettiamo di capire quali sono nomi e programmi”, ha spiegato Catello Vitiello (Sogno Italia-10 volte meglio) auspicando “un governo che punti alla serietà del prodotto che offre”, che “mantenga un giusto equilibrio tra meritocrazia ed equità sociale” e che faccia venire “meno anche l’idea di una propaganda così forte che punta all’odio sociale”. “Siamo interessati a capire qual è il programma – ha spiegato Alessandro Fusacchia (+Europa) – e quali sono le iniziative politiche il futuro governo mette in atto ma siamo ugualmente e forse anche più interessati a capire quale sarà la squadra di governo” perché “sono le persone che fanno la differenza”. Lupi ha ribadito che “i 4 deputati di ‘Noi con l’Italia–Usei’ non sosterranno e non voteranno la fiducia ad un eventuale governo Pd-M5S. Se nascerà un governo, sarà un governo di sinistra che ovviamente non ha maggioranza nel Paese anche se totalmente legittimo. Se troverà una maggioranza parlamentare, faremo un’opposizione seria e responsabile, non convocheremo la piazza e saremo molto coerenti”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa