Istituti secolari: Missionarie Secolari Scalabriniane, nominata Regina Widmann nuova responsabile generale

Si è svolta, nei giorni scorsi, la quarta Assemblea generale delle Missionarie Secolari Scalabriniane, istituto secolare nato nel 1961 a Solothurn, in Svizzera, mosso dal carisma scalabriniano conosciuto e vissuto da alcune giovani donne. A guidare l’incontro, le parole della seconda Lettera ai Corinti: “Noi però abbiamo questo tesoro in vasi di creta, affinché appaia che questa straordinaria potenza appartiene a Dio e non viene da noi” (4,7). “L’assemblea 2019 ha segnato un momento storico per il cammino dell’Istituto con il passaggio da Adelia Firetti, prima missionaria secolare scalabriniana, alla nuova responsabile generale, Regina Widmann”, si legge in una nota. Come consigliere sono state elette Agnese Varsalona, Susy Mugnes, Monica Martinelli, Anna Fumagalli e, come amministratrice, Estela T. Camillo da Silva. “Sapevamo di poter contare sulla preghiera della Famiglia Scalabriniana, di altre comunità, di tanti migranti e amici – continua il comunicato dell’istituto -. In particolare, la diocesi di Basilea ci è stata vicina attraverso la presenza e gli apporti, all’inizio dell’Assemblea, del vicario generale Markus Thürig, e, alla conclusione, del vescovo Felix Gmür”. L’Istituto esprime gioia per “l’attenzione alla persona del migrante, specialmente ai più svantaggiati, e la formazione dei giovani, migranti e autoctoni”. “Un piccolo contributo a una grande missione: quella di aiutare gli uomini e le donne di oggi a diventare veramente umani”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori