Diocesi: Rimini, morto don Domenico Valgimigli. Aveva “fondato” la chiesa della Riconciliazione

benedizione

Si è spento nella giornata di ieri, domenica 25 agosto, all’età di 80 anni, don Domenico Valgimigli, l’ex parroco “fondatore” della chiesa della Riconciliazione di Rimini. Da alcuni mesi era ricoverato all’ospedale Infermi di Rimini, per l’aggravamento delle sue condizioni di salute.
Le esequie, secondo il desiderio dei parenti, verranno celebrate nel pomeriggio di domani, martedì 27 agosto, presso la chiesa della Pentecoste a Riccione (ore 16). La celebrazione sarà presieduta dal vescovo di Rimini, mons. Francesco Lambiasi. Nel tardo pomeriggio di oggi, alle 18, la preghiera del rosario presso la chiesa S. Angeli Custodi, a Riccione.
Nato a Imola l’11 settembre 1938, don Valgimigli venne ordinato sacerdote il 10 marzo 1963 per imposizione delle mani del vescovo Emilio Biancheri. Per oltre 40 anni ha svolto il servizio come parroco nella chiesa della Riconciliazione, fondata nel 1971 insieme agli amici don Enrico De Luigi, don Giancarlo Ugolini e don Mario Vannini, tutti provenienti dall’esperienza di Gs e poi di Comunione e Liberazione. Dopo aver lasciato l’attività parrocchiale nel 2014, si era ritirato alla Casa del clero. Per molti anni era stato anche assistente dei gruppi di preghiera di Padre Pio. Tante le iniziative pensate e realizzate da don Valgimigli: una su tutte, la creazione di “Vita nuova”, progetto missionario di adozioni a distanza che ha coinvolto centinaia di persone contribuendo a dare una speranza a tanti ragazzi altrimenti destinati alla strada.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori