G7: Tusk, “invitare l’Ucraina come Paese ospite alla prossima riunione”

“Un anno fa, in Canada, il presidente Trump ha suggerito di reinviare la Russia al G7, dichiarando apertamente che l’annessione della Crimea da parte della Russia era parzialmente giustificata. E che dovremmo accettare questo fatto. In nessuna condizione possiamo essere d’accordo con questa logica”. Lo ha annunciato oggi il presidente del Consiglio europeo, Donald Tusk, in apertura del G7, a Biarritz, in Francia. “Quando si tratta di speculazioni sull’invito alla Russia, vorrei dire questo. Primo: i motivi per cui la Russia è stata disinvestita nel 2014, sono ancora validi. Inoltre, ci sono nuove ragioni, come la provocazione russa sul Mar d’Azov. Secondo: quando la Russia fu invitata per la prima volta al G7, si credeva che avrebbe seguito la strada della democrazia liberale, dello stato di diritto e dei diritti umani”, ha aggiunto Tusk. Dal presidente del Consiglio europeol’intenzione di “invitare l’Ucraina, ovviamente ospite, alla prossima riunione del G7”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori