Diocesi: Milano, “Tempo in disparte”, due settimane dedicate ai sacerdoti che cambiano destinazione

“Ogni nuovo inizio è un’occasione, una fatica, una sfida… La nuova destinazione che hai ricevuto è un momento significativo: una chiamata a servire la Chiesa che rinnova la promessa proclamata nel giorno dell’ordinazione”: lo scrive l’arcivescovo di Milano, mons. Mario Delpini, nella lettera d’invito all’iniziativa “Tempo in disparte”, riservata al clero ambrosiano che in questi giorni cambierà destinazione pastorale. Con l’arrivo e la cena al Centro pastorale ambrosiano di Seveso, la sera di domenica 25 agosto prenderà il via la proposta della Formazione permanente del clero rivolta ai preti dall’11° anno di ordinazione che ricevono una nuova destinazione. “L’esperienza che la diocesi propone – si spiega – è costituita da tre attenzioni da avere nel tempo del passaggio e da una proposta spirituale e formativa: un tempo di riposo ‘per propiziare le condizioni spirituali che rendono disponibili alla grazia’; il corso di esercizi spirituali a Seveso dal titolo ‘La grazia di ripartire e la libertà di lasciare. Figure bibliche’, predicato da monsignor Calogero Marino, vescovo di Savona, da domenica 25 a venerdì 30 agosto; un tempo di formazione e di aggiornamento, sempre a Seveso, da lunedì 2 a venerdì 6 settembre”. Nella mattinata di mercoledì 4 è previsto un dialogo con l’arcivescovo. Infine il “passaggio delle consegne”, ovvero l’incontro con i rispettivi successori e predecessori. Nel pomeriggio del 6 settembre, presso il santuario di San Pietro a Seveso, sono in programma la celebrazione della preghiera di benedizione di tutti i presbiteri che cambiano destinazione, la celebrazione del mandato ai parroci e lo svolgimento degli adempimenti canonici.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori