Diocesi: L’Aquila, una conferenza di p. Cantalamessa introdurrà la Perdonanza Celestiniana

Una conferenza di padre Raniero Cantalamessa, predicatore della Casa Pontificia, sabato 24 agosto, alle 18, nella basilica Santa Maria di Collemaggio, introdurrà il programma religioso della Perdonanza Celestiniana, a L’Aquila. Il  tema del suo intervento sarà “La sua misericordia di generazione in generazione – il Magnificat di Maria, uno sguardo nuovo su Dio e sul mondo”. Intanto, dal 25 al 27 agosto, nella villa comunale, dalle 20.30 alle 24, sarà allestita la “Tenda del perdono”, che ospieterà momenti di adorazione, riflessione e riconciliazione. Mercoledì 28 agosto, alle 18, si celebrerà la messa stazionale con il rito di apertura della Porta Santa della basilica, presieduta dal card. Giuseppe Bertello, presidente del Governatorato dello Stato della Città del Vaticano. Alle 22, la Perdonanza dei giovani, degli scout, delle aggregazioni laicali, degli operatori pastorali con la messa presieduta da mons. Pietro Santoro, vescovo di Avezzano. A conclusione, la veglia nella notte della Perdonanza fino alle 00.30, a cura del Servizio diocesano di Pastorale giovanile e vocazionale. Giovedì 29 agosto, dalle 6, la Perdonanza dei lavoratori con la messa presieduta da don Juan de Dios Vanegas Gallego, direttore dell’Ufficio diocesano per la Pastorale del lavoro e dei migranti. Seguirà la Perdonanza dei religiosi con la messa celebrata da mons. Claudio Palumbo, vescovo di Trivento. Alle 10, la Perdonanza delle forze armate e delle forze dell’ordine con la messa presieduta da mons. Camillo Cibotti, vescovo di Isernia – Venafro. La preghiera continuerà, alle 11.30, con la Perdonanza dei catechisti e dei ragazzi che hanno ricevuto i sacramenti, degli studenti Issr e degli insegnanti di religione cattolica. La messa sarà celebrata da mons. Lorenzo Leuzzi, vescovo di Teramo-Atri. Alle 12.30, la Perdonanza delle famiglie con la messa presieduta da mons. Orlando Antonini, nunzio apostolico, e alle 15.30 la Perdonanza dei malati e delle confraternite con la messa di mons. Giuseppe Molinari, arcivescovo emerito de L’Aquila, che amministrerà il sacramento dell’unzione degli infermi. Infine, alle 18.30, la messa stazionale con il rito di chiusura della Porta Santa presieduta dal card. Giuseppe Petrocchi, arcivescovo de L’Aquila. In basilica i confessori saranno a disposizione nelle 24 ore del Giubileo Celestiniano.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Europa