Diocesi: Ferrara, un mese di iniziative ecumeniche dedicate alla “cura del creato”

Un mese di iniziative ecumeniche, dal primo settembre al 4 ottobre, in favore della salvaguardia dell’ambiente. A organizzarle, la diocesi di Ferrara-Comacchio, aderendo alla proposta del Dicastero per il Servizio dello sviluppo umano integrale. Si tratta di preghiere e riflessioni, ma anche progetti concreti che “favoriscano l’azione a favore della nostra casa comune”, ideati assieme alla famiglia cristiana ecumenica (Comunione anglicana, la Federazione mondiale Luterana, Consiglio mondiale delle Chiese e Alleanza evangelica mondiale). Domenica primo settembre, alle 11, nel porto di Gorino, nella cornice del Parco del Delta del Po, il vicario generale mons. Massimo Manservigi celebrerà la messa durante la quale si pregherà, in particolare, perché ogni cristiano si senta chiamato a essere custode della terra e della biodiversità che la abita. Il 13 settembre, alle 18, nel parco del Santuario della Beata Vergine Maria del Poggetto, nelle campagne ferraresi, si terrà un incontro ecumenico di preghiera per il creato al quale parteciperanno oltre all’arcivescovo di Ferrara,mons. Gian Carlo Perego, anche le diverse Chiese cristiane presenti nel territorio diocesano. Infine, la conclusione del “Tempo del creato” sarà il 3 ottobre, vigilia della festa di san Francesco d’Assisi, proclamato proprio 40 anni fa, patrono dei cultori dell’ecologia da san Giovanni Paolo II. Nel monastero del Corpus Domini di Ferrara, alle 18.30, saranno celebrati i primi vespri della festa, il transito del Poverello d’Assisi, e verrà proposta una riflessione francescana sul tema: “Come Francesco d’Assisi, per contemplare anche noi, grati, ammirati e benedicenti, il mondo della vita, così vario e rigoglioso”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia