Violenze e maltrattamenti: Uecoop, “300mila anziani in case riposo, bene controlli”

“Con 300mila anziani in casa di riposo in Italia bene i controlli delle forze dell’ordine per evitare abusi e illegalità”. Lo afferma Uecoop, l’Unione europea delle cooperative, su dati Sistan in relazione all’indagine della Polizia che ha portato all’arresto 9 operatori di una struttura assistenziale di Rovigo accusati di maltrattamenti agli anziani ospiti. “L’aumento della speranza di vita con l’invecchiamento della popolazione fa crescere il ruolo delle residenze per la terza età – sottolinea Uecoop – a fronte di una disponibilità di posti letto che in Italia è la metà di quella della Francia ed appena 1/3 rispetto alla Germania”, evidenzia Uecoop su dati Isimm. Viene reputato “sempre più importante da un lato garantire una risposta alla maggiore richiesta di assistenza e dall’altro puntare sulla formazione di personale altamente qualificato sia per le conoscenze tecniche che per l’approccio psicologico e la consapevolezza di un ruolo che va aldilà della semplice figura infermieristica”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori