La Civiltà Cattolica: dedicato alla Russia il volume numero 9 della collana “Accènti” in uscita domani

Dove e come si colloca oggi la Russia di Putin? E un “occidentale” come si posiziona rispetto alla Russia? Con la fine della cortina di ferro, il crollo del muro di Berlino e dell’Unione sovietica, dopo una fase di “uscita dai radar dei giochi di forza internazionale”, la Russia è di nuovo protagonista in diversi e complessi equilibri, soprattutto con Stati Uniti e Cina. E proprio alla Russia è dedicato il volume numero 9 della collana monografica “Accènti” de La Civiltà Cattolica in uscita domani. Nella monografia un inquadramento generale dell’identità russa e della presenza cristiana nel Paese, all’interno dei rapporti ecumenici tra Santa Sede e Patriarcato russo. Quindi, per comprenderne l’anima, uno sguardo su alcune figure della letteratura russa (da Tolstoj, Dostoevskij, Gogol’, Cechov fino a Svetlana Aleksievič, premio Nobel per la letteratura 2015) e una riflessione sull’influenza che Dostoevskij ha avuto su Papa Francesco. La quarta e  ultima sezione della monografia, infine, è dedicata al cinema russo. Il volume include contributi di Ferdinando Castelli, Richard Cemus, Virginio Fantuzzi, José Luis Narvaja, Vladmir Pachkov, Vincenzo Poggi, Marc Rastoin, Giovanni Sale. E del direttore de La Civiltà Cattolica, Antonio Spadaro, che ha curato la presentazione del volume. “Accènti” è la collana di volumi digitali curati dalla rivista dei gesuiti, che raccolgono, attraverso parole-chiave ispirate dall’attualità, il patrimonio di contenuti e riflessioni accumulato sin dal 1850. Il volume “Russia” sarà disponibile e acquistabile sul sito (in formato Pdf) e sulle applicazioni per tablet e smartphone (gratis per gli abbonati alla rivista) da domani. Successivamente sarà disponibile per l’acquisto anche in formato cartaceo sullo store Amazon, in tutti i principali ebook store.

 

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Riepilogo