Solidarietà: Gruppo Abele e Abit, con il progetto “Abbraccia una mamma” finora distribuiti quasi 7mila pacchi

“Là dove il gelato è più buono, dove è possibile vedere da vicino gli animali e costruire una giornata all’insegna di una spensieratezza che fa rima con solidarietà”: il progetto “Abbraccia una mamma”, nato dalla sinergia tra l’Associazione Gruppo Abele e Abit, consorzio cooperativo lattiero caseario che fa capo a Trevalli Cooperlat, oggi, 18 luglio, approda alla Fattoria del gelato di Pianezza, un luogo che permette a grandi e bambini di entrare in contatto con i tanti angoli del mondo rurale.
“L’iniziativa, che, più in generale, promuove un concreto aiuto a mamme in condizione di vulnerabilità sociale e disagio economico attraverso la donazione di pacchi spesa consistente in prodotti lattiero caseari freschi, prevede, infatti, oltre a questo suo focus principale, anche originali momenti di educazione alimentare: oggi, pertanto, avrà luogo la prima delle due tappe di visita in fattoria (la seconda a settembre), con una partecipazione davvero numerosa, di circa 80 persone, 3 accompagnatori, 23 mamme, 54 bambini”, ricorda una nota.
Come di consuetudine per chi varca le soglie della Fattoria del gelato, la giornata si presenta particolarmente ricca di opportunità ludiche e insieme conoscitive, poiché le mamme e i bambini potranno sia visitare tutto il complesso, sia partecipare a un laboratorio sulla produzione del gelato, dove realizzeranno una delle principali squisitezze che i più piccoli di solito apprezzano maggiormente.
Prosegue, quindi, con ulteriori opportunità di crescita “Abbraccia una mamma” che, tagliato il traguardo del primo anno lo scorso febbraio, ha raggiunto 80 nuclei mamma-bambino da assistere, per quasi 7mila pacchi distribuiti. Prossimo appuntamento a settembre.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Riepilogo