This content is available in English

Parlamento Ue: sulla rivista degli eurodeputati il “personaggio” Magid, l’allunaggio, i lavori dell’emiciclo

(Strasburgo) Esiste una rivista (e relativo sito), The Parliament Magazine, scritta “da parlamentari per i parlamentari”, che racconta le notizie, offre opinioni e analisi sugli eventi delle istituzioni dell’Ue, un quindicinale che è distribuito gratuitamente ai parlamentari. L’ultimo numero è uscito in corrispondenza della sessione parlamentare a Strasburgo (15-18 luglio). Tra le notizie, oltre a un servizio sui giorni che hanno preceduto l’elezione della nuova presidente della Commissione europea, si racconta il 50° anniversario dell’allunaggio e l’“esitazione vaccinale” definita “una delle dieci principali minacce alla salute globale”, tra social media, populismo e fake news che “seminano dubbi e paure”. Un pezzo racconta invece il futuro (non così lontano) delle automobili autonome, un altro il presente del semestre finlandese. La copertina e l’intervista sono dedicati a Magid Magid, eurodeputato britannico verde neo-eletto che esprime “tutto ciò che politici anti-immigrazione come Matteo Salvini o Viktor Orban temono e disprezzano”, definisce il cappello. L’intervista racconta la storia di questo trentenne nato nel Somaliland, laureato in zoologia acquatica, un “rifugiato musulmano nero”, come lui stesso si descrive, entrato in politica a livello locale perché “stufo di lamentarmi sempre e di chiedere alle persone sbagliate di fare le cose giuste”. Tre i suoi obiettivi come parlamentare: fermare il Brexit, “smantellare l’Ue per ricostruirla in grado di affrontare temi urgenti e contrastare brucianti ingiustizie”, e terzo, “sbriciolare l’estrema destra”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Riepilogo