Venezuela: vescovi, “serve massiva distribuzione di alimenti e medicine, pronti a fare la nostra parte”

La Chiesa venezuelana rinnova l’appello per un ingresso “massivo e la distribuzione di alimenti e medicinali, con la partecipazione e la supervisione di organismi internazionali”. In quest’ottica, rinnova la sua disponibilità a partecipare alla distribuzione di aiuti umanitari, soprattutto attraverso la rete delle Caritas. Lo si legge nel messaggio dalla Conferenza episcopale venezuelana (Cev), al termine della sua assemblea plenaria. Il messaggio si conclude con il rinnovo dell’impegno, da parte della Chiesa, di “continuare a rafforzare la fede in Gesù Cristo che sana e che libera, e di portare speranza al nostro popolo, attraverso lo sviluppo di programmi di formazione e organizzazione in difesa dei diritti umani”, oltre che attraverso un’educazione di qualità. Non manca un ringraziamento al Papa Francesco e alla Chiesa e ai Governi di altri Paesi, soprattutto confinanti, per la loro vicinanza.
Il messaggio fa un riferimento anche al Sinodo per la Panamazzonia del prossimo ottobre, visto come “un’occasione per dare impulso all’evangelizzazione e all’attenzione pastorale, alla riflessione e a una valutazione sulla protezione e la cura dei popoli indigeni e dell’ambiente”, nella prospettiva di un’ecologia integrale, la quale garantisce le fonti d’acqua e le altre risorse naturali necessarie per il nostro Paese”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Riepilogo