Sir: principali notizie dall’Italia e dal mondo. In corso operazione antidroga fra Trento e Brescia. Vacanze, a casa 4 italiani su 10

Politica: dopo la conferenza stampa di Conte, a Roma di discute sul futuro del governo

“Se non avrò risposte chiare rimetterò al Colle il mandato”: prosegue il dibattito politico attorno alla conferenza stampa tenuta ieri sera a Palazzo Chigi dal premier Giuseppe Conte. “Personalmente – ha dichiarato il presidente del Consiglio – resto disponibile a lavorare nella massima determinazione di un percorso di cambiamento. Ma non posso compiere questa scelta da solo. Le due forze politiche devono essere consapevoli del loro compito”. “Se ciò non dovesse esserci non mi presterò a vivacchiare per prolungare la mia presenza a palazzo Chigi. Molto semplicemente rimettero’ il mio mandato”. Lunga conferenza stampa nella quale Conte ha tracciato alcune linee essenziali per il cammino del governo, ricevendo a stretto giro vaghe parole di sostegno e impegno dai due vicepremier Di Maio e Salvini. Conte ha ricordato la necessità di mantenere gli impegni in sede Ue (è atteso per domani il pronunciamento della Commissione sui conti pubblici italiani), ha parlato di Tav e decreto sbloccacantieri (nella stessa serata un vertice su questo tema si è concluso dopo un’ora con un nulla di fatto). Conte ha affermato ancora: “Ho sempre ritenuto che il contratto fosse un elemento di forza del governo: è la modalità più lineare e trasparente per dar vita a un governo tra due distinte forze politiche con contenuti programmatici diversi e contesti valoriali distinti”. “L’esperienza di governo ha dovuto convivere con un ciclo serrato di tornate elettorali con campagna elettorale pressoché permanente e ne ha risentito il clima di coesione delle forze di governo. Io stesso avevo sottovalutato questo aspetto”. “In particolare il voto delle europee, molto complesso, ha accreditato l’immagine di uno stallo nell’attività di governo: questa è una falsità, il governo ha continuato a lavorare perché è iniziata la fase due, dopo la fase uno”. Il premier ha chiesto, quindi, “parole univoche per la fiducia dei mercati”. La prossima manovra, ha sottolineato, dovrà mantenere un “equilibrio dei conti” perché “le regole europee rimangono in vigore finché non riusciremo a cambiarle”.

Cronaca: Trento e Brescia, vasta operazione antidroga. Custodia cautelare per 18 persone

Ottanta carabinieri del comando provinciale di Trento hanno stamani dato esecuzione a una ordinanza di custodia cautelare disposta dal gip di Trento a carico di 18 persone, residenti in val di Non e nella provincia di Brescia, responsabili di associazione a delinquere finalizzata allo spaccio di sostanze stupefacenti. L’inchiesta, avviata alla fine del 2017 dalla compagnia di Cles, dopo il sequestro di alcuni quantitativi di droghe sintetiche acquistate ricorrendo al cosiddetto deep web, ha rivelato l’esistenza di un traffico di stupefacenti dall’Albania, canalizzato – afferma l’Ansa – verso le province di Trento, dove lo spaccio interessava prevalentemente la Val di Non, e di Brescia. I dettagli delle attività saranno resi noti nel corso della conferenza stampa indetta per le ore 11.00 presso alla procura di Trento.

Sudan: violenze e morti a Khartoum. Consiglio militare di transizione convoca nuove elezioni

Il Consiglio militare di transizione del Sudan ha annullato tutti gli accordi raggiunti con la principale coalizione di opposizione del Paese e ha convocato nuove elezioni, che si dovrebbero tenere entro nove mesi: lo riporta la Bbc. L’annuncio segue la crescente condanna a livello internazionale del violento attacco di ieri contro un sit-in degli oppositori in corso da mesi davanti al quartier generale dell’esercito a Khartoum, che ha provocato almeno 30 morti e oltre 100 feriti.

Cultura: Oscar alla carriera a Lina Wertmuller. Premi anche a David Lynch, Wes Studi e Geena Davis

L’Academy of Motion Picture Arts & Sciences ha annunciato che tra gli Oscar alla carriera assegnati quest’anno c’è anche la statuetta per la regista italiana Lina Wertmuller. Novant’anni, è stata la prima donna candidata all’Oscar come migliore regista, per il film Pasqualino Settebellezze nella cerimonia del 1977. I quattro premiati – oltre alla Wertmuller ci sono David Lynch, Wes Studi e Geena Davis – saranno presentati il 27 ottobre agli Annual Governors Awards dell’Academy.

Società: vacanze, gli italiani (almeno chi può) scelgono l’estero. Ma 4 su 10 resteranno a casa

Sempre più connazionali (il 52%, con un +4% sullo scorso anno) scelgono l’estero per le vacanze estive. Al contempo però gli europei continuano ad amare il Belpaese, che figura tra le tre mete favorite. Inoltre le ferie degli italiani sono le più brevi d’Europa (circa 11 giorni). I dati emergono dalla 19ma edizione del Barometro Vacanze Ipsos-Europ Assistance. In particolare il 61% degli italiani dichiara che andrà in vacanza (la media europea è 63%). I vacanzieri austriaci sono in percentuale i più numerosi (70%), mentre i meno inclini alla possibilità di vacanze quest’anno sono spagnoli e portoghesi (fermi al 60%). Anche in fatto di budget, gli italiani sono sotto la media di spesa europea, in termini assoluti e in percentuale di crescita. In Europa si attesta infatti sui 2.019 euro (+3% sul 2018), con una crescita del +10% per la Francia e dell’+8% per la Spagna. Gli italiani dichiarano invece una media di spesa di 1.757 euro (-1% sul 2018).

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa