Sea-Watch 3: il parroco di Lampedusa, “è appena trascorsa la settima notte e siamo più decisi di sempre”

“È appena trascorsa la settima notte e siamo più decisi di sempre. Grazie a tutti quelli che in tanti luoghi d’Italia iniziano ad unirsi a noi per dare voce a chi non ha voce. Non siamo qui contro nessuno, siamo qui per loro”: così don Carmelo la Magra, parroco di Lampedusa, ribadisce oggi sui social la posizione di chi insieme a lui sta dormendo sul sagrato della parrocchia di San Gerlando per chiedere lo sbarco delle 42 persone a bordo della Sea-Watch3 da oltre due settimane. “Qui si dorme benissimo, con la schiena dritta e la coscienza retta”, precisa il parroco di Lampedusa, il cui esempio è stato seguito da manifestazioni simili in numerose città d’Italia, tra cui Palermo. Ieri sera si è svolto un sit-in della società civile davanti alla cattedrale  “per dire che non ci stiamo, che l’accoglienza è un principio e un valore costitutivo della nostra nazione – dice anche Vincenzo La Carrubba, coordinatore del laboratorio nazionale della formazione dell’Azione cattolica italiana -. I bambini devono imparare dagli adulti la solidarietà del genere umano. Se a fare le spese delle nostre leggi sono i più deboli, le leggi sono ingiuste ed inique”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Riepilogo