Sir: principali notizie dall’Italia e dal mondo. Consiglio Ue per le euronomine. Brasile, primo stop alla vendita di armi

Ue: Consiglio dei capi di Stato e di governo discute euronomine e priorità politiche fino al 2024

Si apre oggi pomeriggio, alle 15, il Consiglio europeo a Bruxelles, nel quale i 28 capi di Stato e di governo Ue sono chiamati a discutere, fino a domani, le nomine dei responsabili delle istituzioni (Consiglio, Commissione, Parlamento, Banca centrale e Alto rappresentante), oltre a definire la Strategia, ossia le priorità comunitarie, fino al 2024. Affronteranno inoltre il Quadro finanziario pluriennale, il problema della disinformazione, la situazione dell’Eurozona e il Brexit. Il premier italiano Conte atteso al tavolo delle trattative, con la spada di Damocle della procedura d’infrazione

Italia: ministro Bonafede, “riforma del processo penale e civile che riduca i tempi della giustizia”

“Entro dicembre approveremo una riforma del processo penale e civile che riduca i tempi della giustizia. Una riforma che deve riguardare anche il Csm e le carriere dei magistrati, che vanno determinate sulla base della meritocrazia”. Lo afferma il guardasigilli Alfonso Bonafede dopo il vertice sulla Giustizia a Palazzo Chigi. Il tempo dei processi “deve essere rispettato e ci sono delle conseguenze se il magistrato che è stato messo in condizione di rispettare i tempi non lo ha fatto. Conseguenze che potrebbero esser di carattere disciplinare”, aggiunge il ministro della Giustizia. Bonafede, segnala l’Ansa, ha confermato poi di volere andare avanti sul tetto di 240mila euro per gli stipendi ai magistrati.

Spagna: avaria a un barcone, migranti dispersi nel Mediterraneo. Ricerche in corso

Almeno 22 migranti sono dispersi nel Mediterraneo dopo che il barcone sul quale tentavano di raggiungere l’Europa dal Nord Africa ha avuto ieri un’avaria. Lo rende noto il soccorso marittimo spagnolo precisando di essere stato allertato da un traghetto che aveva tratto in salvo 27 persone. Le ricerche sono in corso con elicotteri e unità della guardia costiera. Sei dei 27 migranti salvati, tra i quali una ragazzina, sono stati evacuati in elicottero per motivi di salute.

Stati Uniti: Pittsburgh, arrestato giovane siriano che progettava attacco a una chiesa

L’Fbi ha arrestato a Pittsburgh, in Pennsylvania, un rifugiato siriano di 21 anni sospettato di voler attaccare con esplosivi una chiesa in nome dell’Isis. Mustafa Mousab Alowemer, questo il nome del giovare arrestato, era entrato negli Stai Uniti nel 2016. Gli agenti federali sotto copertura lo hanno bloccato mentre tentava di acquistare materiali esplosivi. Il 21enne aveva già compiuto dei sopralluoghi sul luogo del potenziale attentato per studiare le vie di fuga. Aveva scritto tutto su di un piano corredato da una mappa della zona con tutti gli edifici dell’area contrassegnati.

Etiopia: crisi energetica per la siccità, frequenti interruzioni di forniture di corrente

L’azienda elettrica etiope non riesce ad arginare le frequenti interruzioni di corrente. Il Paese ha un deficit di almeno 1/3 dell’energia di cui ha realmente bisogno: sono gli effetti della siccità durata diversi mesi. La crisi energetica – spiega Euronews – ha costretto anche alla sospensioni delle esportazioni verso i vicini Gibuti e Sudan. “Se non avessimo vincoli finanziari – spiega il direttore della comunicazione della Compagnia elettrica, Moges Mekonnen – dovremmo cercare soluzioni che ci liberino dagli effetti del cambiamento climatico”. Nell’ambito del programma di razionamento, che durerà fino a luglio, i consumatori domestici dovranno affrontare interruzioni di corrente elettrica per diverse ore al giorno.

Brasile: Senato respinge drecreto del presidente Bolsonaro che agevola la vendita di armi

Il Senato brasiliano, in sessione plenaria, ha bocciato ieri il decreto del presidente della Repubblica, Jair Bolsonaro, con cui veniva agevolato l’acquisto e il possesso di armi anche da parte dei comuni cittadini. Per 47 voti a 28, i senatori hanno approvato un progetto di decreto legislativo, firmato dal senatore Randolfe Rodrigues e da altri senatori, che annulla gli effetti della flessibilizzazione. La questione passa ora all’esame della Camera dei deputati. La maggior parte dei senatori ha sostenuto che la modifica delle regole per l’accesso alle armi con decreto presidenziale era incostituzionale e dovrebbe invece essere eventualmente adottata attraverso un progetto di legge.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori