Ecumenismo: Sae, “Le Chiese di fronte alla ricchezza, alla povertà e ai beni della terra” il tema della 56ª Sessione di formazione

Dal 21 al 27 luglio alla Domus Pacis di Santa Maria degli Angeli (Assisi) si svolgerà la 56ª Sessione di formazione ecumenica del Segretariato attività ecumeniche (Sae). “Le Chiese di fronte alla ricchezza, alla povertà e ai beni della terra” il tema dell’appuntamento. La settimana di studio, riflessione e condivisione, che riunisce cristiane e cristiani di diversa confessione e alcune presenze ebraiche e musulmane, riprende quest’anno il tema del rapporto tra le Chiese, le risorse economiche e la condizione umana, focalizzandolo sull’aspetto della povertà e tenendo ancora presente il tema dei beni della terra che costituisce il filo rosso del biennio.
“Poveri”, si legge nella nota di presentazione dell’evento, “è una parola esigente e ambivalente per tutte le tradizioni cristiane e un termine discriminante in ambito sociale e globale”. Anche “la salvaguardia del creato è un impegno ecumenico forte e concorde delle Chiese”.
Il Dio dei poveri è un tema presente nell’ebraismo, nel cristianesimo e nell’islam: durante la Sessione sul tema ci sarà una tavola rotonda a quattro voci: ebraica con Anna Foa, cattolica con Stefania Monti, protestante con Paolo Ricca, musulmana con Yassine Lafram) come occasione per sviluppare il dialogo interreligioso in modo originale.
Accanto a temi inediti, e a una serie di relatrici e relatori alla loro prima esperienza in una Sessione di formazione ecumenica Sae, la settimana a Santa Maria degli Angeli riproporrà alcune delle sue consolidate linee guida, costituite da liturgie, riflessioni bibliche, attenzione al mondo femminile, confronti nei laboratori, contraddistinti dal clima di incontro, collaborazione e amicizia propri dell’ecumenismo vissuto.
Tra le relatrici e i relatori ci sono docenti – Anna Foa (Università La Sapienza), Hanz Gutierrez Salazar (Facoltà avventista di teologia), Simone Morandini (Istituto studi ecumenici San Bernardino) –, esponenti delle Chiese – Paolo Ricca, Giuseppina Bagnato, Eva Guldanova, Guido Dotti, Bruno Bignami, Stefania Monti, Ignazio De Francesco, Susanna Giovannini, Ulrike e William Jourdan, Sergio Mainoldi, Ionut Radu, Davide Romano – e dell’ebraismo, Amedeo Spagnoletto e Sandro Ventura.
Condurranno i laboratori, tra gli altri, i teologi cattolici, Brunetto Salvarani, Marco Dal Corso, Giuseppe Quaranta, Gabriele Scalmana, Gianni Novelli; le pastore valdesi Dorothee Mack, la pastora battista e presidente della Fdei Gabriela Lio, i presbiteri cattolici Andrea Bigalli, Marco Campedelli, Matteo Prodi; i presbiteri ortodossi Gabriel Codrea e Traian Valdman, la biblista Lena Residori, i biblisti Carmine Di Sante, il giornalista Antonio Quaglio, la pedagogista Raffaella Baldacci.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori