Solidarietà: Terre des Hommes, “trasparenza ed efficienza al primo posto nel bilancio 2018. 880mila beneficiari diretti, soprattutto bambini e donne”

“La Fondazione Terre des Hommes Italia ha chiuso il bilancio 2018 con una crescita del 6% delle entrate globali, che sono passate dai 23.937.561 ai 25.363.205 euro, a dimostrazione della consolidata fiducia dei donatori istituzionali e privati nei confronti dell’attività di aiuto umanitario d’emergenza e cooperazione allo sviluppo della ong. Nel 2018 il 91,76% delle risorse spese è stato destinato alle attività direttamente connesse al fine istituzionale, ovvero la protezione dell’infanzia, e solo il 6,25% alle spese generali e l’1,99% alle attività di raccolta fondi”. Lo rende noto un comunicato diffuso oggi dalla stessa Terre des Hommes Italia. L’efficienza dell’organizzazione è evidenziata anche dal rapporto tra entrate e la struttura della sede centrale, a Milano, composta da 21 persone che lavorano full time e 2 part time. In totale “i beneficiari diretti dell’organizzazione nel mondo sono stati 880.000, in maggioranza bambini e donne”.
“Anche quest’anno abbiamo chiuso in modo soddisfacente e positivo il bilancio dell’esercizio 2018 – dichiara Donatella Vergari, presidente della Fondazione Terre des Hommes -. Anno intenso, ricco di sfide per proseguire nella nostra missione di aiuto all’infanzia in difficoltà. Sfide per rispondere a nuove emergenze come il soccorso dei minori in Libia, sfide per raccogliere fondi dal privato italiano, generoso, ma sempre più attento ai bisogni dell’infanzia nel nostro Paese”.
Presente nelle principali emergenze umanitarie attualmente in corso in Medio Oriente (Siria, Iraq e con l’assistenza dei profughi in Libano e Giordania) e in molti Paesi africani, tra cui Libia, Mozambico e Zimbabwe, Terre des Hommes è partner della Protezione civile europea e delle operazioni di aiuto umanitario della Commissione europea; è accreditata presso le agenzie delle Nazioni unite, l’Unione europea, Usaid e il ministero degli Esteri italiano.
Negli ultimi anni, ricorda la nota, “si è rafforzato l’impegno della Fondazione nella lotta al maltrattamento sui bambini in Italia, con la creazione di una rete di eccellenze ospedaliere pediatriche per la promozione dell’individuazione precoce del maltrattamento e l’assistenza alle piccole vittime, la formazione dei medici, la sensibilizzazione dei genitori a forme poco conosciute di maltrattamento e, da ultimo, la decisione di aprire delle comunità d’accoglienza per bambini maltrattati”.
Nata nel 1989 su iniziativa di un gruppo di professionisti, esponenti della società civile e imprenditori, diventata fondazione nel 1994, Terre des Hommes Italia fa parte dell’omonima Federazione internazionale, un network di 10 organizzazioni tra loro indipendenti ma unite dalla stessa mission, il soccorso all’infanzia in difficoltà.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori