Diocesi: mons. Corazza (Forlì-Bertinoro) ai neosindaci, “finito il tempo della propaganda, necessario rasserenare il clima sociale e ricucire le relazioni”

“Finito il tempo della propaganda, è giunto il momento di rasserenare il clima sociale e ricucire le relazioni. Il dialogo è il primo cambiamento da fare e la prima riforma da attuare dopo le elezioni”. È il monito lanciato dal vescovo di Forlì-Bertinoro, mons. Livio Corazza, nella lettera ai nuovi sindaci e consiglieri comunali eletti nelle ultime amministrative nei Comuni della diocesi.
Il testo, pubblicato sul numero del settimanale diocesano “Il momento” in uscita in questi giorni, comincia con un augurio di “buon lavoro” rivolto dal vescovo che ribadisce la volontà di “offrire la disponibilità come comunità cristiane cattoliche al dialogo, tenendo presenti le distinzioni dei ruoli e delle responsabilità per il bene comune”. Mons. Corazza richiama poi “tre raccomandazioni, che avevo indicato nel mio primo messaggio in occasione della festa di San Mercuriale”. “La prima – scrive – riguarda i poveri, non solo coloro che mancano del necessario per arrivare alla fine del mese, ma anche coloro che sono soli, come tanti anziani, come i giovani che non hanno lavoro e non studiano, come le famiglie ferite, come i nuovi arrivati, da agevolare nell’integrazione”. “Ricordo che – sottolinea il vescovo –, per il bene comune, i corpi intermedi sono da valorizzare e sostenere. Per il raggiungimento del bene comune occorre la solidarietà fraterna e la sussidiarietà in nome delle quali tutti sono responsabili di tutti”.
La seconda raccomandazione riguarda i giovani: “Essi – spiega – hanno diritto di veder sostenuti i loro progetti per il futuro: di studiare, farsi una famiglia, avere un lavoro, poter vivere in un mondo non inquinato e, soprattutto, di poter respirare un clima di pace, fraternità e giustizia”.
Infine, “un’ultima raccomandazione sul linguaggio”. “Credo sia necessario – l’esortazione del vescovo – recuperare un modo rispettoso di comunicare, soprattutto quando la comunicazione riguarda la manifestazione delle opinioni diverse”. “Le parole – rimarca – hanno un peso, il rispetto è un valore fondamentale”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori