Franco Zeffirelli: mons. Milani (Feds), “impresse nel cuore e nella memoria di tutti il volto di Cristo”

“Tra i grandi meriti che a Franco Zeffirelli vanno attribuiti, c’è quello di avere impresso nel cuore e nella memoria di tutti il volto di Cristo”. Lo dichiara mons. Davide Milani, presidente della fondazione Ente dello Spettacolo e direttore della “Rivista del Cinematografo”, a proposito della scomparsa del celebre regista. “Zeffirelli è più del suo Gesù di Nazareth, ma questa sua opera ha avuto una portata planetaria come pochi altri registi possono vantare”. Mons. Milani segnala inoltre che “domenica dopo domenica, puntata dopo puntata dello sceneggiato per la tv – oggi la chiameremmo ‘serie’ -, le grandi masse in Italia e nel mondo sono state aiutate a fare i conti con l’umanità del Figlio di Dio, riconoscendo in Robert Powell – il Gesù del kolossal televisivo – il volto della misericordia, della bellezza, della pace, gli stessi tratti di Dio che Papa Francesco sta annunciando con insistenza”. Il presidente della Feds evidenzia anche come “centinaia di milioni di persone nel mondo hanno avvicinato gli episodi del Vangelo, e in non pochi hanno intrapreso – grazie a Zeffirelli – l’avventura dell’accostamento personale alla Rivelazione”. “Con il cinema e il teatro Zeffirelli è stato uno degli ambasciatori della cultura italiana nel mondo. I premi non sono corrisposti al talento e se ce ne saranno di postumi non saranno sommessa ammenda di ingratitudine ma pensato tributo ad una originale grandezza”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia