Diocesi: Ancona, domani il meeting dei popoli con l’arcivescovo Spina. “Dialogare per vivere da fratelli”

Si svolgerà domani, domenica 16 giugno, dalle 16.30, ad Ancona, al Parco Belvedere di Posatora, il “Meeting dei Popoli – La convivialità delle differenze”, promosso dalla diocesi di Ancona-Osimo. Un evento che coinvolge italiani e migranti, “uniti dall’amicizia, nella diversità culturale”, con l’obiettivo di “incontrarci e conoscerci”. Il programma prevede l’inizio della manifestazione con i “giochi dal mondo” dedicato ai bambini, con attività ludiche animate dalle famiglie italiane e straniere. Seguirà, alle 18,30 nell’area dell’Anfiteatro, una “tavola rotonda” con Asmae Dachan, giornalista recentemente insignita del titolo di Cavaliere della Repubblica, e Antonio Bonifacio, delegato regionale Migrantes Campania. Parteciperà mons. Angelo Spina, arcivescovo di Ancona. Nell’ambito dell’evento saranno realizzate performance, racconti, balli, canti di ogni parte del mondo. “In questo anno francescano – afferma mons. Spina – vivremo l’incontro a Posatora in un pomeriggio di riflessione e convivialità. Ancona conta circa centomila abitanti, ha oltre tredicimila persone non italiane, appartenenti a circa ottanta etnie diverse. Queste persone le incontriamo per strada, nei negozi, nei luoghi di lavoro, nelle parrocchie e alla Caritas. L’incontro vissuto con giochi per ragazzi, una tavola rotonda, canti, danze, poesia e cibo, vuole essere un momento di festa per tutti i popoli, per un’unica famiglia umana”. Nelle parole dell’arcivescovo la convinzione che “dialogare oggi è fondamentale per vivere insieme e vivere da fratelli su questa terra. Le differenze tra le varie comunità ed etnie sono una vera ricchezza”. L’evento che rientra nelle celebrazioni dell’anno Francescano, vuole “aiutare a dare una importante testimonianza di convivenza civile tra i popoli diversi”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia