Giornata donatore sangue: Liumbruno (Centro nazionale sangue), “situazione in sostanziale equilibrio nel Paese”

“Viviamo in una situazione di sostanziale equilibrio, ma in alcune Regioni periodicamente è necessario ricorrere al sistema della compensazione”. Lo afferma il direttore generale del Centro nazionale sangue, Giancarlo Liumbruno in vista della Giornata mondiale del donatore di sangue che si celebra il 14 giugno per iniziativa dell’Organizzazione mondiale della sanità (Oms).
“È importante che tutte le Regioni garantiscano una organizzazione della rete regionale di medicina trasfusionale tale da mantenere costanti i livelli di raccolta di plasma e sangue, ad esempio diversificando gli orari di apertura dei centri di raccolta per venire incontro alle esigenze dei donatori”, evidenzia Liumbruno, aggiungendo che “per quanto riguarda la carenza di medici, che sconta anche l’assenza di una specializzazione in Medicina trasfusionale, abbiamo chiesto agli Assessorati alla salute delle Regioni, insieme ai presidenti dei collegi dei professori di Ematologia e patologia clinica di aumentare la disponibilità di borse di studio per queste specialità per coprire gli organici anche nei Servizi trasfusionali”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori