This content is available in English

Papa Francesco: messaggio Giornata missionaria mondiale, “noi non facciamo proselitismo”, la fede “non è un prodotto da vendere”

“Una Chiesa in uscita fino agli estremi confini richiede conversione missionaria costante e permanente”. È quanto scrive il Papa, nel Messaggio per la giornata missionaria mondiale, che si celebra il 20 ottobre sul tema: “Battezzati e inviati: la Chiesa di Cristo in missione nel mondo”. “Noi non facciamo proselitismo”,  ribadisce Francesco, perché la fede cristiana “non è un prodotto da vendere, ma una ricchezza da donare”. “Quanti santi, quante donne e uomini di fede ci testimoniano, ci mostrano possibile e praticabile questa apertura illimitata, questa uscita misericordiosa come spinta urgente dell’amore e della sua logica intrinseca di dono, di sacrificio e di gratuità”, sottolinea il Papa: “Io sono sempre una missione; tu sei sempre una missione; ogni battezzata e battezzato è una missione. Chi ama si mette in movimento, è spinto fuori da sé stesso, è attratto e attrae, si dona all’altro e tesse relazioni che generano vita. Nessuno è inutile e insignificante per l’amore di Dio. Ciascuno di noi è una missione nel mondo perché frutto dell’amore di Dio”. “Siamo figli dei nostri genitori naturali, ma nel battesimo ci è data l’originaria paternità e la vera maternità”, ricorda il Santo Padre, secondo il quale “non può avere Dio come Padre chi non ha la Chiesa come madre”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori