Lavoro: Mattarella, “precondizione per inclusione sociale e sviluppo dell’individuo”. “È una delle più efficaci infrastrutture della pace mondiale”

“L’accesso al lavoro rimane una precondizione per l’inclusione sociale e per lo sviluppo dell’individuo”. È il monito lanciato questo pomeriggio dal presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, intervenendo a Ginevra alla CVIII Conferenza internazionale del lavoro (Oil).
Ricordando il primo articolo della Costituzione italiana che “pone il lavoro a fondamento della Repubblica”, il Capo dello Stato ha sottolineato che “tutti devono avere le medesime opportunità di realizzazione personale, a prescindere dal genere, dall’età, dalla provenienza sociale e geografica, dall’orientamento religioso, politico o sessuale e, per quanto è possibile – ed è molto -, dalle condizioni di salute”.
A 50 anni dal conferimento del Nobel per la pace all’Oil, secondo Mattarella “si può legittimamente affermare la perenne validità dell’intuizione che diede vita all’Oil: il lavoro è una delle più efficaci infrastrutture della pace mondiale”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori