Diocesi: Lecce, sabato 15 giugno il concerto-meditazione “Usque ad effusionem sanguinis” con mons. Frisina per i 1950 anni del martirio di S. Oronzo

C’è attesa a Lecce per il concerto-meditazione “Usque ad effusionem sanguinis” eseguito dal Coro polifonico diocesano diretto dall’autore in persona: mons. Marco Frisina, musicista, compositore e direttore del Coro della diocesi di Roma. L’evento (prima assoluta per Lecce) per ricordare il 1950° anniversario del martirio di Sant’Oronzo è in programma nella cattedrale sabato 15 giugno, alle 20,3,0 ed è promosso e organizzato dall’associazione culturale Nova Liber Ars in collaborazione con l’arcidiocesi di Lecce e la testata giornalistica Portalecce.
Sarà lo stesso maestro Frisina ad introdurre i canti mediante una riflessione sulla musica sacra e sul servizio che il canto occupa nelle assemblee liturgiche, nel solco della testimonianza e del servizio significato dalla vita e dalle opere di Sant’Oronzo, patrono di Lecce, a 1950 anni dal suo martirio. L’evento verrà trasmesso in diretta sui canali social di Nova Liber Ars e di Portalecce.
“È un grande privilegio per noi leccesi – afferma l’arcivescovo di Lecce, mons. Michele Seccia – poter godere per una serata del canto che aiuta a pregare e a celebrare così come lo intende il maestro Frisina. Attraverso le sue composizioni, diventate ormai patrimonio liturgico delle nostre comunità parrocchiali, ricorderemo il coraggio fino alla morte di Sant’Oronzo, il primo vescovo della Chiesa che il Signore mi ha affidato e, accompagnati dalle melodie e dalle parole di mons. Frisina, renderemo grazie a Dio per il grande dono di una testimonianza che ancora oggi, a distanza di quasi duemila anni, continua a illuminare a a proteggere il cammino della nostra diocesi. Ho accolto con entusiasmo la proposta dell’associazione Nova Liber Ars, certo che il concerto-meditazione ci aiuterà non solo a pregare ma anche a crescere nella fede seguendo l’esempio di Oronzo”.
Domenica 16 giugno alle 10,30 mons. Frisina presiederà l’eucaristia nella parrocchiale Sant’Andrea apostolo a Novoli.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori