Comunicazione: Casella (insegnante), “non c’è aggregazione senza emozione”

L’aggregazione è una delle cinque vie indicate per la tredicesima edizione della Settimana della Comunicazione, in programma quest’anno a Chioggia. A illustrarla, durante la tavola rotonda organizzata oggi a Roma nella sede delle edizioni San Paolo, è stato lo scrittore e insegnante, Michele Casella. “Insegno in un liceo classico e coinvolgo i ragazzi in progetti di teatro – ha spiegato -. La spinta a comunicare la abbiamo fin dall’antichità. La comunicazione e l’aggregazione hanno però delle regole ben precise. C’è una regola non scritta che è quella della emozione. Oggi i giovani hanno bisogno di percepire una emozione, di viverla. Se non tocchiamo questa emozione difficilmente potranno interiorizzare il messaggio che vogliamo trasmettere loro. Dico sempre che non c’è aggregazione senza emozione”. Per spiegare ai suoi allievi, Casella dice di far volare di solito in classe degli aeroplani di carta colorata su cui sono scritte le emozioni positive e quelle negative. Anche durante la tavola rotonda, l’insegnante ha fatto volare gli aeroplanini per dimostrare il coinvolgimento: “I giovani – ha detto – non si sentono toccati se non attraverso le emozioni. Sono stanchi dei messaggi degli adulti”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa