Azione cattolica: Truffelli (presidente), “stare dentro la realtà del nostro tempo”

“Stare dentro la realtà del nostro tempo, nelle nostre città e nella nostra terra generando valore aggiunto”. Lo ha detto ieri sera Matteo Truffelli, presidente nazionale dell’Azione cattolica (Ac), aprendo il convegno nazionale delle presidenze diocesane di Ac, dal titolo “Un popolo per tutti. Riscoprirsi fratelli nella città”, in corso fino a domani a Chianciano Terme (Si). Un momento, spiegano i promotori, per riflettere “sul tema della fraternità come categoria unificante, attraverso la quale l’Ac intende declinare il tema del popolo ‘civile’ poiché ‘il primo nome di cristiani è fratelli’”. Un concetto rimarcato anche da Truffelli che ha spiegato come il tempo attuale “abbia molto bisogno di recuperare il valore e il significato del ‘sentirsi popolo’ e prendersi cura, assieme a tutti gli uomini di buona volontà, dei problemi e delle sfide dei nostri territori e delle nostre comunità”. Richiamando l’Esortazione Apostolica “Evangelii gaudium” di Papa Francesco, il presidente dell’Azione cattolica ha ricordato la “mistica di vivere insieme”, intesa come un “essere popolo nella città, appartenere come fratelli alla famiglia umana, dal cui grembo proveniamo e del quale siamo chiamati a farci carico”. Per questo, ha precisato Truffelli, questo convegno sarà anche “un’occasione per provare a dirci verso quale direzione vogliamo camminare, che Azione cattolica vogliamo essere e, soprattutto, di che Azione cattolica c’è bisogno oggi”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori