This content is available in English

Regno Unito: elezioni comunali. Davis (politologo), “fallimento politico e istituzionale. Elettori premiano la chiarezza”

(Londra) “Un voto che ci segnala quello che potrebbe accadere alle prossime elezioni europee del 23 maggio quando i due partiti più importanti, laburisti e conservatori, rischiano di essere puniti dall’elettorato e le formazioni minori, soprattutto il Brexit Party, di Nigel Farage, guadagneranno voti”. Secondo il professor Francis Davis, già consulente dei governi di Gordon Brown e David Cameron e docente di sociologia e politica all’Università di Birmingham e a quella londinese e cattolica di Saint Mary, i risultati delle elezioni locali di ieri in Inghilterra e Galles indicano un cambiamento profondo della scena politica britannica. “Stiamo assistendo a un fallimento politico e istituzionale”, spiega il professor Davis. “Gli elettori hanno premiato la chiarezza e la coerenza delle formazioni minori. A vincere sono stati i Verdi e i Liberaldemocratici perché hanno una politica chiara sul Brexit, i primi a favore di un secondo referendum e i secondi per rimanere nell’Unione europea mentre Labour e Tory sono confusi”, continua Davis. “Penso che i due partiti maggiori non riescano più a contenere elettori che hanno poco in comune tra di loro. Sta emergendo la necessità di un nuovo sistema elettorale proporzionale come dimostra la nascita di partiti minori come Change Uk, il Brexit Party, il nuovo Ukip di tendenze neofasciste, e il Partito nazionalista scozzese. Per averlo, però, sarà necessario cambiare la costituzione”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Riepilogo

Informativa sulla Privacy