Elezioni europee: Duch (Parlamento), “mai avuto così tanti giornalisti”. 1300 accrediti. Equipe Sir a Bruxelles

Praga: seggio elettorale nella capitale della Repubblica Ceca

(Bruxelles) “L’interesse dei media per queste elezioni è stato molto più alto rispetto alle precedenti elezioni. Non abbiamo mai avuto così tanti giornalisti registrati per la notte delle elezioni. Ciò dimostra chiaramente la crescente importanza di questo esercizio democratico transnazionale, che è unico al mondo”. Lo dice oggi Jaume Duch, portavoce del Parlamento europeo. Sono arrivati quasi a 1300 gli accrediti emessi, di cui 200 per giornalisti provenienti da Paesi non Ue (54 dagli Usa, 21 dal Giappone e 20 dalla Cina). Le richieste di accredito più numerose sono arrivate dal Belgio (259), dalla Germania (207) e dall’Italia (104). Si sono accreditati 770 giornalisti televisivi per 195 stazioni televisive, 260 giornalisti per la carta stampata e online, 170 giornalisti delle agenzie di stampa e 70 giornalisti radiofonici. Imponente la macchina predisposta per i media: l’emiciclo è stato trasformato in sala stampa con un gigantesco schermo a Led lungo 27 metri. Sono pronte 110 postazioni tv su 420 metri quadrati, e 45 per le radio, 13 camion satellitari trasmetteranno in tutta Europa e oltre. Disponibili 51 unità mobili 4G, 90 connessioni a banda larga per trasmissioni broadcast e 160 linee analogiche per comunicazione audio. Anche i canali istituzionali Europe by Satellite (EbS e EbS+) saranno attivi nella lunga notte elettorale. Un esercito di 300 operatori saranno a disposizione per assistere i giornalisti. Una équipe del Sir sarà presente a Bruxelles per raccontare passo passo il volto che il nuovo Parlamento assumerà.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Mondo