Reddito di cittadinanza: Rossini (Acli), “il miliardo risparmiato rispetto a quanto stanziato vada a minori e stranieri”

“Un milione le domande per il reddito di cittadinanza e un miliardo di euro il risparmio stimato rispetto a quanto stanziato. Prima che le risorse finiscano in un capitolo di spesa diverso, ecco una proposta semplice e chiara: le destiniamo ai minori e agli stranieri”. È quanto afferma il presidente nazionale delle Acli, Roberto Rossini. “Sono necessari due piccoli cambiamenti: riequilibrare la scala di equivalenza, attribuendo un peso maggiore ai minori, e rimuovere gli ostacoli che impediscono l’inclusione sociale e lavorativa dei cittadini stranieri. La scala di equivalenza, cioè lo strumento per calcolare l’importo del reddito di cittadinanza a seconda del numero di familiari, in questo momento sfavorisce i minori. La misura sarebbe rivolta anche alle famiglie straniere con minore nato in Italia – ha concluso Rossini – e rappresenterebbe un primo passo per contrastare la povertà minorile che nel nostro Paese tende all’ereditarietà”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa