Papa Francesco: al Pime, “siete una famiglia di apostoli”. “Non c’è una scuola per evangelizzatori”

“Siete una famiglia di apostoli, una comunità internazionale di sacerdoti e laici che vivono in comunione di vita e di attività”. Così il Papa ha definito il Pime (Pontificio Istituto Missioni Estere), durante l’udienza concessa in occasione del Capitolo generale. “La vostra storia è contrassegnata da una scia luminosa di santità in tanti suoi membri, in alcuni riconosciuta ufficialmente dalla Chiesa”, ha ricordato Francesco, citando “i martiri Sant’Alberico Crescitelli, Beato Giovanni Battista Mazzucconi, Beato Mario Vergara; e i confessori Beato Paolo Manna e Beato Clemente Vismara. Fra i vostri missionari vi sono 19 martiri, che hanno dato la vita per Gesù in favore del loro popolo, senza riserve e senza calcoli personali”. “Non c’è vera evangelizzazione se il nome, l’insegnamento, la vita, le promesse, il Regno, il mistero di Gesù di Nazareth, Figlio di Dio, non siano proclamati”, il monito del Papa sulla scorta dell’Evangelii nuntiandi di Paolo VI: “Evangelizzare è la grazia e la vocazione propria del vostro Istituto, la sua identità più profonda”. “Non c’è una scuola per evangelizzatori”, ha proseguito a braccio: “Ci sono aiuti, ma c’è un’altra cosa, che è una grazia. O sei evangelizzatore, o non lo sei: se non hai ricevuto questa grazia, rimani a casa. È una cosa grande, che ci porta avanti”. Francesco ha poi ricordato l’indizione del Mese Missionario Straordinario, il prossimo ottobre, a 100 anni dalla Lettera apostolica “Maximum illud” di Papa Benedetto XV, sul tema: “Battezzati e inviati: la Chiesa di Cristo in missione nel mondo”. “Risvegliare maggiormente la consapevolezza della missio ad gentes e riprendere con nuovo slancio la trasformazione missionaria della vita e della pastorale”, il fine dell’iniziativa: “E voi missionari siete i protagonisti di questa ricorrenza, affinché sia occasione per rinnovare lo slancio missionario ad gentes, così che tutta la vostra vita, i vostri programmi, il vostro lavoro, le vostre stesse strutture traggano dalla missione e dalla proclamazione del Vangelo linfa vitale e criteri di rinnovamento”, l’invito del Papa.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa