Messico: nella capitale è emergenza smog. Domani un gesto simbolico dell’arcidiocesi con la consegna di mille piccoli alberi

Città del Messico, una delle città più popolose del mondo con un’area metropolitana di oltre 20 milioni di abitanti, vive da giorni una situazione di emergenza ambientale dovuta all’altissimo inquinamento. La coltre di smog, rafforzata anche dagli effetti di alcuni incendi divampati nella zona della Costa Pacifica, i cui effetti sono giunti fino alla capitale, non accenna a calare nonostante i provvedimenti presi in questi giorni, nei quali è stato disposto il blocco del traffico e le scuole sono state chiuse. Sono alle stelle sia i livelli di ozono che di pm10. Secondo l’indice stilato da Worldwide Air Quality il Messico è il terzo Paese più inquinato al mondo dopo la Cina e l’India. Di fronte a tale situazione, l’arcidiocesi di Città del Messico promuove per domenica una scelta simbolica: al termine della messa celebrata nella basilica di Guadalupe dall’arcivescovo, il cardinale Carlos Aguiar Retes, verranno consegnati ai fedeli 1.000 piccoli alberi e uno di questi sarà messo a dimora dallo stesso arcivescovo nei giardini della basilica.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori