Primo maggio: Acli, “necessaria un’agenzia per la sicurezza e la salute dei lavoratori”

“Il Presidente Mattarella stimola i decisori istituzionali e sociali sulle principali questioni che investono il tema del lavoro con un richiamo, molto importante a nostro avviso, alla formazione. Oggi è inoltre necessario rispondere con maggiori tutele ad un mercato del lavoro in rapida evoluzione, dove gli infortuni non diminuiscono e crescono i problemi legati alla cattiva gestione delle problematiche ambientali. Per questo motivo auspichiamo che la politica, in collaborazione con le associazioni dei lavoratori e con i sindacati, possa creare un’agenzia per la sicurezza e la salute sul lavoro”. È la richiesta delle Acli in occasione della festa del Primo maggio: “Attraverso una cabina di regia aperta ai sindacati e al mondo dell’associazionismo e del volontariato, si potrà provvedere ad aggiornare le mappe di rischio (a partire dai nuovi pericoli ambientali) e a rilanciare azioni educative e di coordinamento di tutti i soggetti che oggi operano sulla prevenzione utilizzando anche le risorse provenienti dai contratti di lavoro. È solo attraverso la diffusione di una cultura della sicurezza sul lavoro – concludono le Acli – che riusciremo a sconfiggere la piaga delle morti bianche e degli infortuni e delle malattie sul lavoro”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia