Pasqua: mons. Semeraro (Albano), “occorre cercare Gesù il Vivente in noi stessi e nella nostra vita”

“Cercare è l’atteggiamento fondamentale di chi desidera sapere e scoprire”: lo scrive mons. Marcello Semeraro, vescovo di Albano, nel messaggio di auguri per la Pasqua 2019. “Chi è in ricerca non dà nulla per scontato; non s’accontenta delle apparenze, ma vuole comprendere tutta la realtà”. Questa dinamica riguarda la ricerca “del senso della vita e, in definitiva, la ricerca del volto di Dio”. “Con quella del cuore c’è pure l’inquietudine dell’amore, ossia cercare sempre il bene dell’altro”, prosegue mons. Semeraro. “Gesù è vivente ed è nella vita che occorre cercarlo. Non basta farlo fra i documenti del passato”. Questa esperienza accomuna le donne al sepolcro e poi i discepoli il mattino di Pasqua. “Bisogna uscire ‘fuori’ per annunciare il Risorto, ma occorre pure rientrare in se stessi. Perché il Vivente non è fuori, ma dentro”. Il vescovo di Albano conclude citando l’esortazione apostolica post-sinodale di Francesco “Christus vivit”: “Cristo vive. Lui è in te, Lui è con te e non se ne va mai. Per quanto tu ti possa allontanare, accanto a te c’è il Risorto, che ti chiama e ti aspetta per ricominciare. Quando ti senti vecchio per la tristezza, i rancori, le paure, i dubbi o i fallimenti, Lui sarà lì per ridarti la forza e la speranza”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Riepilogo