Messa di Pasqua: card. Bagnasco (Genova), “il Vangelo genera amore e civiltà”

“Il Vangelo ha generato e continua a generare ovunque bontà, amore, arte, civiltà e bellezza. Nessuna ombra, nessun errore passato o presente può oscurare questo fatto che continua anche oggi: è il continuo parto di una umanità redenta e risorta”. Lo ha affermato il card. Angelo Bagnasco, arcivescovo di Genova e presidente del Ccee, nell’omelia pronunciata questa mattina, nella cattedrale di San Lorenzo, durante la Messa del giorno di Pasqua. “A volte – ha proseguito – ci si ferma e ci si fissa su pagine scure e tristi, ma non sarebbe giusto saltare le innumerevoli altre, che testimoniano un mondo nuovo che è presente, che con Gesù è uscito dal sepolcro”. In un altro passaggio ha ricordato che “la Pasqua è la manifestazione della nostra vita: eravamo sepolti nel buio del tempo senza sbocco, ma oggi Cristo ci ha liberati dalla tomba delle nostre paure, e ci ha portati nella vita vera che non ha fine” e che “l’esperienza della nostra radicale incompiutezza, ma anche dell’anelito al compimento nel segno della vita, dell’amore, della felicità, ci dice in modo inequivocabile che Gesù è il Signore, che Lui è proprio ciò che l’umanità attende e cerca”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori