Papa Francesco: partito per il Marocco, prima di lasciare Santa Marta incontra un gruppo di migranti marocchini. Il telegramma al presidente Mattarella

(Foto Vatican Media/SIR)

Ha avuto inizio questa mattina il 28° viaggio apostolico internazionale di Papa Francesco che si reca in Marocco. “Prima di lasciare Casa Santa Marta, Papa Francesco ha incontrato un gruppo di migranti marocchini ospitati in Italia dalla Comunità di Sant’Egidio”, riferisce la Sala Stampa della Santa Sede: “Si tratta di due famiglie, ognuna delle quali con due bambini, due giovani donne e un ragazzo”. Il gruppo è stato accompagnato dall’elemosiniere, il card. Konrad Krajewski. Quindi, lasciato il Vaticano, Francesco si è trasferito in auto all’aeroporto di Roma-Fiumicino da dove, alle ore 10.57, a bordo di un A320 dell’Alitalia, è partito alla volta di Rabat. L’arrivo all’aeroporto Internazionale di Rabat-Salé è previsto per le ore 14. Come di consueto, nel momento di lasciare il territorio italiano, il Papa ha fatto pervenire al presidente della Repubblica Italiana, Sergio Mattarella, un telegramma in cui si legge: “Nel momento in cui mi accingo a compiere il mio viaggio apostolico in Marocco, per incontrare quel nobile popolo, condividendo con la comunità cattolica momenti di preghiera e di comunione e incoraggiando il dialogo interreligioso, mi è caro rivolgere a lei, signore presidente, e alla nazione italiana il mio cordiale saluto, che accompagno con fervidi auspici affinché l’Italia possa sempre tener alta la tensione verso i valori etici e spirituali della persona e della convivenza sociale, ricercando, con sforzo concorde, soluzioni ispirate alla solidarietà”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori