Papa in Marocco: Gisotti, “viaggio negli Emirati e in Marocco quasi un primo e un secondo tempo di un unico viaggio”

(Foto Siciliani-Gennari/SIR)

Con il viaggio in Marocco, saranno 28 i viaggi apostolici internazionali e 42 i Paesi visitati dal Papa. Lo ha sottolineato Alessandro Gisotti, direttore “ad interim” della Sala Stampa della Santa Sede, nel briefing di oggi sul terzo viaggio di Francesco in Africa, che precede di pochi mesi il quarto, appena annunciato, dal 4 al 10 settembre in Mozambico, Madagascar e Maurizio. “Bergoglio – ha reso noto Gisotti – non è mai stato in Marocco, ed è il secondo Papa a visitare il Paese. Il primo, in un viaggio articolato in diversi Paesi, fu Giovanni Paolo II nel 1985: rimase storico il discorso che rivolse a migliaia e migliaia di giovani nello stadio di Casablanca. Un anno prima dell’incontro di Assisi, l’ottica era quella di un rafforzamento sempre più significativo del dialogo interreligioso”. Nel tradizionale discorso al Corpo diplomatico dell’inizio di quest’anno, ha fatto notare il direttore della sala stampa vaticana, “Papa Francesco ha legato il viaggio negli Emirati Arabi Uniti a quello del Marocco, che costituiscono quasi un primo e un secondo tempo della stesso viaggio, nell’800° anniversario dell’incontro tra Francesco e il Sultano, e nel caso del Marocco, degli 800 anni della presenza francescana nel Paese”. Le motivazioni del viaggio imminente, dunque, “sono molto simili a quelle del viaggio negli Emirati Arabi Uniti: il dialogo interreligioso, il tema dei migranti e il grande desiderio del Santo Padre di dare sostegno alle piccole comunità cattoliche che vivono in Marocco”. Non è un caso, inoltre, per Gisotti, che il Papa si rechi in un Paese musulmano dopo la dichiarazione congiunta firmata ad Abu Dhabi sulla fratellanza umana, “tema che non potrà non essere presente in questo viaggio intenso, breve come durata ma molto significativo”. Il viaggio in Marocco, ha fatto notare il portavoce vaticano, può “essere letto alla luce di questo documento, a cui il Papa tiene molto, tanto che lo consegna a tutti i Capi di Stato che riceve. Può essere la prima occasione per vedere come si può sviluppare in concreto il dialogo tra cristiani e musulmani”. Il Marocco è un Paese di 34 milioni di abitanti, il 99% dei quali di fede musulmana sunnita. I cattolici sono 25mila fedeli: un piccolo gregge radunato in 2 arcidiocesi, con 35 parrocchie e circa 50 sacerdoti. “Una minoranza piccola ma molto attiva”, l’ha definita Gisotti, “soprattutto sul versante dell’educazione, dell’assistenza ai più deboli e della carità”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori