Anna Maria Cànopi: Benedettine di Saint-Oyen, “segreto della sua fecondità spirituale è l’aver fatto sue le parole di Maria”

“Il segreto della straordinaria fecondità spirituale della nostra amata Madre non sta forse nell’aver fatto sue le parole della Vergine: ‘Fiat mihi secundum verbum tuum’? Di questo suo ardente desiderio e quotidiano impegno noi siamo state testimoni”. Così le Benedettine del monastero “Regina Pacis” di Saint-Oyen in una lettera pubblicata dal “Corriere della Valle”, il settimanale della diocesi di Aosta, ricordano Anna Maria Cànopi, fondatrice e badessa emerita del monastero di clausura dell’Isola di San Giulio, all’indomani dei funerali. “Per noi è sempre stata semplicemente ‘la Madre'”, scrivono le religiose. Che affermano come “la notizia della sua morte, avvenuta lo scorso giovedì, festa del Transito di San Benedetto e primo giorno di primavera, ha avuto rapidissima diffusione suscitando a un tempo sofferenza e commossa ammirazione”. “Il Signore vi ha posto il sigillo chiamandola a Sé proprio in questi giorni così significativi dell’Anno liturgico”, segnalano le benedettine. Che hanno pubblicato, a seguire, una raccolta di pensieri loro indirizzati da parte di madre Cànopi, nel corso degli anni.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori