24 ore per il Signore: Padova, basilica di Sant’Antonio aperta anche di notte per momenti di preghiera e adorazione con i frati francescani

Anche la basilica di Sant’Antonio, a Padova, aderisce per il secondo anno alla “24 ore per il Signore”, l’evento di preghiera e penitenza voluto da Papa Francesco e promosso in tutto il mondo dal Pontificio Consiglio per la promozione della nuova evangelizzazione. Dalle 15 di venerdì 29 fino alle 15 di sabato 30 marzo la basilica padovana resterà aperta continuativamente, anche di notte. “L’invito che i francescani conventuali fanno a tutti, non soltanto a devoti e pellegrini – si legge in una nota –, è di entrare a celebrare il sacramento della riconciliazione in un contesto di adorazione eucaristica. O anche solo a riflettere, lontano dal rumore e dalla frenesia di tutti i giorni, in un’occasione non usuale di incontro personale con la misericordia di Dio”.
Durante le 24 ore si svolgeranno le consuete celebrazioni secondo il calendario quaresimale della basilica, negli altri orari sono previsti momenti di preghiera con adorazione eucaristica e possibilità di confessione grazie alla disponibilità di sacerdoti presenti tutto il giorno e tutta la notte.
Tra i movimenti e le associazioni laicali che si alterneranno per animare, insieme ai frati, l’adorazione eucaristica ci sono la Milizia dell’Immacolata, l’Ordine francescano secolare fraternità del Santo, il Cisom, l’Ordine di Malta, la Comunità di Sant’Egidio, Comunione e liberazione, la Pia Unione Macellai e l’Arciconfraternita del Santo.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori