Diocesi: Albenga, inaugurata la biblioteca dedicata a mons. Piazza

È stata inaugurata, ad Albenga, la biblioteca diocesana intitolata a “mons. Alessandro Piazza”, già vescovo della diocesi ingauna, dal 1965 al 1990. Con sede in via Galilei, 36, la biblioteca contiene oltre 60mila volumi suddivisi in Fondo moderno, Fondo antico (12mila libri), Sezione ligure, Fondo ottocentesco, Sezione riviste. In tutto, sei sale del Seminario vescovile, dedicate alla teologia, Sacra Scrittura, storia della Chiesa, filosofia e letteratura. Dopo i saluti ufficiali del sindaco, Giorgio Cangiano, e del vescovo, mons. Guglielmo Borghetti, che ha ricordato l’importante risvolto culturale e religioso della biblioteca, è seguita la relazione di Luciano Livio Calzamiglia, docente all’Issr della diocesi, sul tema: “Alessandro Piazza: l’uomo, lo studioso, il pastore”. Il relatore ha tracciato l’excursus della vita del vescovo, insistendo sulla profondità del suo pensiero teologico e biblico, senza trascurare gli aspetti artistici e pastorali. L’incontro è proseguito con la testimonianza personale della bibliotecaria, Valeria Moirano. A moderare l’incontro è stato, Giovanni Battista Gandolfo, nuovo direttore della biblioteca. Tra i volumi messi in mostra per l’incontro, il libro più antico della biblioteca è il manoscritto di Leonardo di Chio, risalente al XV secolo. Il libro che arriva da più lontano è invece il catechismo cinese, appartenuto a un missionario della diocesi che si è recato in Cina per nove anni e, al suo ritorno, ha portato con sé questa autentica “chicca”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia