Cina: Conte, “con Xi Jinping ho parlato di cambiamenti climatici e di energia pulita”

“Voi gesuiti siete riusciti più a ‘sinizzare’ l’Europa che a cristianizzare la Cina”. Ha esordito con una battuta il premier Giuseppe Conte, intervenendo alla presentazione a Roma, presso la sede de La Civiltà Cattolica, del volume “La Chiesa in Cina. Un futuro da scrivere”, a cura di padre Antonio Spadaro. Immancabilmente il presidente del Consiglio ha parlato, poi, della recentissima visita del presidente cinese Xi Jinping e della firma del Memorandum Italia-Cina.
“Ho incontrato il presidente Xi Jinping e tra meno di un mese mi recherò a Pechino per la seconda edizione del Forum Belt and Road per approfondire ulteriormente e consolidare i rapporti”, ha ricordato Conte
Consiglio, Giuseppe Conte: “L’Italia e la Cina celebreranno, il prossimo anno, il 50° anniversario delle relazioni bilaterali e l’Anno del turismo e cultura Italia-Cina”.
Il premier ha anche rivelato che “buona parte del colloquio con Xi Jinping è stato dedicato al cambiamento climatico. L’ho stimolato a lavorare assieme per cercare di promuovere energia pulita, di anticipare quelle che sono sensibilità ormai diffuse, soprattutto tra i giovani. Gli ho detto che non siamo proprietari di questo pianeta ma siamo dei custodi, abbiamo la responsabilità di consegnarlo ai nostri figli e nipoti. E lui ha una responsabilità più grande della mia, visto che ha ‘1,4 miliardi di figli e nipoti’”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia