Missionari martiri: a Pistoia il loggiato della cattedrale si tinge di rosso

Domani sera il loggiato della cattedrale di San Zeno a Pistoia si illuminerà di rosso per i missionari martiri e i cristiani perseguitati. L’iniziativa vuole richiamare l’attenzione di tutti sulle violenze e le persecuzioni di cui sono vittime i cristiani nel mondo. Nel 2018 sono stati 40 i missionari uccisi nello svolgimento del loro servizio pastorale. Secondo il rapporto annuale della Fondazione di diritto pontificio Aiuto alla Chiesa che soffre (Acs) sono oltre 3000 i cristiani morti per la loro fede, circa 300 milioni quelli perseguitati nel mondo, 38 i Paesi dove sono discriminati. Acs sarà presente a Pistoia con un sacerdote siriano, don Ihab Alrachid della chiesa greco melchita cattolica. L’occasione è la veglia che sarà celebrata e presieduta dal vescovo Fausto Tardelli nella cattedrale sabato a partire dalle ore 21. La veglia sarà il culmine della Quaresima missionaria della diocesi di Pistoia, una campagna di solidarietà nata nei primi anni Settanta del secolo scorso. La campagna di tutta la Quaresima di quest’anno è a sostegno della “Casa della Comunità” costruita nella periferia di Tresidela Nova della Città di Balsas in Brasile da Nadia Vettori, missionaria laica della diocesi. Il Centro missionario diocesano continuerà a sostenere questo progetto, molto caro anche al vescovo Tardelli. Le offerte raccolte saranno destinate anche al sacerdote fidei donum della diocesi di Pistoia don Marcello Tronchin, che opera in Ecuador nella diocesi di Esmeraldas, in contesti problematici, dove povertà e sfruttamento sono esperienze drammatiche di vita quotidiana. Le offerte raccolte durante la veglia di sabato saranno invece destinate ad Acs per un’iniziativa a sostegno delle famiglie di sfollati rifugiate a Lattakia, in Siria.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Riepilogo