Ciclone Idai: Mahumana (Sos Villaggi dei bambini), “situazione umanitaria a Beira è catastrofica”

“I danni causati dal ciclone tropicale Idai sono enormi e la situazione umanitaria a Beira è catastrofica. Le piogge hanno diminuito di intensità, ma il livello dei fiumi sta salendo e le inondazioni stanno aumentando. Manca acqua potabile e questo porterà presto alla diffusione di malattie. La maggior parte delle case non ha più un tetto e le famiglie che hanno perso la propria abitazione vivono ora in rifugi di emergenza. Nella periferia della città abbiamo notizie di interi villaggi sommersi dall’acqua. Fortunatamente i 147 bambini ospitati nel Villaggio Sos di Beira sono tutti salvi”. A parlare è Simiao Mahumana, direttore nazionale di Sos Villaggi dei bambini Mozambico. Il villaggio Sos di Beira ha subito ingenti danni a causa del ciclone, ma le case al suo interno sono intatte. Il Villaggio ha cibo sufficiente per i prossimi due giorni e lo staff sta lavorando per trovare nuove razioni. I bambini e gli operatori necessitano di assistenza psicologica per superare il trauma subito a causa della calamità naturale. L’associazione è al lavoro in tutta la regione per valutare le esigenze più urgenti e per fornire al più presto acqua, cibo, cure mediche, ripari e supporto psicologico alle popolazioni colpite. La città di Beira, secondo centro del Paese con quasi 500mila abitanti, è stata quasi completamente isolata, il 90% degli edifici è stato distrutto, le strade per raggiungere l’area colpita sono impraticabili, la rete elettrica e le comunicazioni sono interrotte. Per aiutare e sostenere le popolazioni di Mozambico, Zimbabwe e Malawi colpite dal ciclone Idai, fornendo loro beni di prima necessità, un riparo sicuro e assistenza medica e psicologica, Sos Italia ha aperto una raccolta fondi (informazioni sul sito web www.sositalia.it).

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Riepilogo