Pedofilia: Report Meter 2018, lobby pedofila ben organizzata. Nel 2018 seguiti 177 casi e tenuto corsi di formazione

“La rete non è esclusivamente uno strumento di diffusione di foto e di video che i pedofili e pedopornografi utilizzano, ma continua anche a diffondere e promuovere la pedofilia per un’opera di normalizzazione”, si legge nel Report 2018 presentato oggi  Meter onlus a Pachino (Siracusa), che parla di “una vera e propria lobby strutturata e ben organizzata che fornisce consigli su come adescare i bambini” e si finanzia anche con raccolte fondi. Nonostante la Convenzione di Lanzarote del 25 ottobre 2007, ratificata dall’Italia nel 2012 con la legge 172 che ha introdotto nel nostro ordinamento l’art. 414 bis del Codice penale, i siti continuano a proliferare nel web incoraggiando termini come “boylove”, “girllove” e “childlove”. Nel 2018 si sono rivolte al Centro d’ascolto di Meter 177 persone: 122 dalla Sicilia, 11 da Campania e Lazio. Seguono Lombardia (9), Toscana (6), Piemonte (5), 4 per la Calabria, 3 per la Puglia. Al numero verde 800-455270 sono arrivate 692 telefonate contro le 1.024 del 2017. Nel 2018 l’associazione ha tenuto 36 fra corsi e incontri di formazione sulla prevenzione su pedofilia e abusi all’infanzia, bullismo e cyber-bullismo, Internet e nuovi media, tutela dei diritti dell’infanzia e ha incontrato nelle scuole 1.115 insegnanti e 5.614 studenti.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Mondo