Papa Francesco: migrazioni e “integrazione europea” tra i temi dell’udienza alla presidente di Malta

(Foto Vatican Media/SIR)

Il Papa ha ricevuto oggi in udienza la presidente di Malta, Marie-Louise Coleiro Preca, la quale ha successivamente incontrato il card. Pietro Parolin, segretario di Stato, accompagnato da mons. Antoine Camilleri, sottosegretario per i Rapporti con gli Stati.
“I cordiali colloqui – riferisce la Sala Stampa della Santa Sede – hanno evocato i costruttivi rapporti che uniscono la Santa Sede e la Repubblica di Malta, e la collaborazione fra la Chiesa e lo Stato in favore del progresso umano, sociale, culturale e spirituale della popolazione, in particolare dei giovani, alla luce del secolare contributo che il cattolicesimo ha offerto al Paese”. “Nel prosieguo della conversazione – si legge ancora nel comunicato – sono stati affrontati temi di comune interesse, con particolare riferimento alle prospettive dell’integrazione europea e alla situazione dell’area mediterranea, quali il fenomeno migratorio, la cooperazione allo sviluppo e il dialogo interreligioso”.
Il colloquio privato tra il Papa e la presidente di Malta, vestita con la mantella e il velo nero e accompagnata dal marito – ha riferito il pool di giornalisti ammessi a seguire l’udienza – è durato circa 30 minuti. Oltre ai documenti del pontificato, il Papa ha donato alla presidente maltese una copia del documento di Abu-Dhabi sulla fratellanza universale, firmato con l’imam di Al-Azhar durante il suo recente viaggio apostolico.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Mondo