Autobus dato alle fiamme: Conte, “speriamo proprio non ci siano atti emulativi”. “Massimo rigore sui requisiti per gli autisti di scuolabus”

foto SIR/Marco Calvarese

“Speriamo proprio non ci siano atti emulativi. Dobbiamo fare i debiti scongiuri”. La vicenda dell’autobus dirottato ieri e poi dato alla fiamme con dentro 51 studenti, tra Crema e San Donato Milanese, “è un episodio che ci spinge a interrogarci sui requisiti che dovrebbe avere l’autista di uno scuolabus. Una cosa che mi ha lasciato molto perplesso”. Lo ha affermato il presidente del Consiglio dei ministri, Giuseppe Conte, incontrando i giornalisti a Bruxelles dov’è arrivato per partecipare ai lavori del Consiglio europeo. “Abbiamo disposto degli accertamenti”, ha annunciato il premier, “perché ci sia il massimo rigore in questi controlli”. “non vedo l’ora di conoscere questi piccoli eroi”, ha concluso Conte.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Mondo