Politica: Ppe “sospende” Fidesz, partito del premier ungherese Orban. Decisione “concordata”

(Bruxelles) Con 190 voti a favore e 3 contrari l’assemblea del Partito popolare europeo, in corso a Bruxelles, ha deciso di sospendere il partito ungherese Fidesz del premier Viktor Orban. Come anticipato dal Sir, è stato deciso che un Comitato valutativo, composto da tre esponenti politici, terrà monitorato il partito ungherese e deciderà a suo tempo, quasi certamente dopo le elezioni europee, se mantenere Fidesz all’interno del Ppe o se procedere con l’espulsione. La decisione, ha detto Manfred Weber, leader del Ppe, sarebbe stata “concordata” con lo stesso Fidesz. Weber ha poi aggiunto che “si è trattato di una discussione difficile, ma era necessaria e l’abbiamo fatta in modo democratico e trasparente”. Fidesz ora non potrà partecipare alle riunioni del partito, non avrà diritto di voto all’interno del Ppe né potrà proporre candidati a cariche Ue. Le reazioni a Bruxelles si moltiplicano. La più dura giunge forse dal gruppo Liberale al Parlamento europeo che parla di “trucco” e di gesto “codardo” che consentirebbe a Fidesz di restare nel Ppe.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Europa