Colombia: la diocesi di Cúcuta ha raggiunto il milionesimo pasto distribuito ai venezuelani

La diocesi colombiana di Cúcuta, che si trova alla frontiera con il Venezuela, ha raggiunto ieri la significativa cifra di un milione di pasti distribuiti dalla casa Divina Provvidenza, gestita dalla diocesi, per prestare aiuto ai tantissimi venezuelani che si recano in Colombia, molti anche provvisoriamente. In un comunicato la diocesi sottolinea la coincidenza che tale “traguardo” sia stato raggiunto nel giorno di San Giuseppe e cita l’espressione di Papa Francesco, per il quale la Chiesa è chiamata a essere “ospedale da campo”. La nota esprime gratitudine per l’opera degli ottocento volontari, coordinati da padre José David Caña Pérez, e delle organizzazioni che donando i generi di prima necessità fanno andare avanti il centro di distribuzione pasti: il Programma mondiale degli alimenti, l’Alto Commisariato Onu per ii rifugiati (Acnur), Caritas internazionale, Adveniat, Conferenza episcopale Usa.
Ieri, in occasione dl milionesimo pasto, un momento di preghiera è stato presieduto dal vescovo di Cúcuta, mons. Víctor Manuel Ochoa Cadavid.
Intanto, dopo gli scontri delle scorse settimane, la frontiera tra Colombia e Venezuela è stata riaperta ed è stato riattivato il servizio di trasporto per i ragazzi venezuelani che frequentano la scuola in territorio colombiano.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Europa