This content is available in English

Brexit: Tajani riceve cittadini Ue che vivono nel Regno Unito e inglesi risiedenti in Europa. “Loro problemi sono nostra priorità”

(Bruxelles) “Ci sono oltre 3,5 milioni di europei che vivono nel Regno Unito, fra cui circa 600mila italiani, e più di un milione di cittadini britannici nei 27 Paesi dell’Ue. I loro problemi sono la nostra assoluta priorità”. Lo afferma il presidente del Parlamento europeo Antonio Tajani che questa mattina ha ricevuto la delegazione dei cittadini europei che vivono nel Regno Unito e dei cittadini britannici che vivono in Europa. “Il Parlamento europeo si è sempre battuto perché venissero tutelati i loro diritti e continuerà a farlo con ancora più forza adesso – ha detto Tajani –. Nell’accordo sottoscritto con il governo britannico i diritti dei cittadini sono adeguatamente tutelati. Ci auguriamo quindi che sia riesca a trovare una soluzione positiva, anche all’ultimo minuto, per evitare un’uscita del Regno Unito dall’Ue senza accordo”. “Certamente non possiamo cambiare adesso il contenuto dell’accordo, ma una cosa per noi è chiara: con o senza accordo i diritti dei cittadini sono intoccabili”. E ancora: “Su questo punto il Parlamento europeo farà una battaglia politica, lo ribadirò con forza alla prossima riunione del Consiglio europeo”, che si tiene il 21 e 22 marzo a Bruxelles. “I cittadini coinvolti nel Brexit – ha concluso il presidente dell’Euroassemblea – sappiano che possono contare sul pieno sostegno del Parlamento europeo. Sia i cittadini europei nel Regno Unito sia i cittadini britannici che vivono in Europa”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Europa