Nave Mare Jonio: Asgi, “Magistratura chiamata ad intervenire ordinando lo sbarco immediato contro la violenza istituzionale”

Sulla vicenda della nave di soccorso Mare Jonio, ferma al largo di Lampedusa, “la società civile richiama il Governo italiano ai valori democratici della nostra società moderna e pluralista e chiede alla magistratura italiana di intervenire con massima tempestività affinché trovino applicazione i diritti sanciti dall’ordinamento giuridico italiano ed europeo”. Lo afferma l’Associazione per gli studi giuridici sull’immigrazione (Asgi) in una nota.
“Il Governo non può legittimamente ritardare l’ingresso nelle acque italiane della nave Mare Jonio e dei suoi passeggeri soccorsi durante il tardo pomeriggio di ieri al largo della Libia”, spiega l’Asgi, aggiungendo che “l’Italia è una democrazia moderna che non può permettere che a uomini, donne e minori che fuggono da luoghi disumani come i centri di detenzione libici, sia impedito di essere accolti in Italia e siano costretti a vivere in mare aperto in condizioni di disagio”.
“La Magistratura, presidio costituzionale contro gli abusi del potere esecutivo, è chiamata a intervenire ordinando lo sbarco immediato – conclude la nota – contro il tentativo del Governo di usare degli esseri umani ancora una volta come strumento di propaganda per il perseguimento di simboliche politiche di esclusione e di violenza istituzionale”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Riepilogo