Consiglio d’Europa: richiamo all’Albania, “migliorare la protezione delle minoranze e degli stranieri”

(Strasburgo) Tirana deve “garantire che la legge sulla protezione delle minoranze nazionali sia efficacemente implementata”, con l’adozione di una “legislazione aggiuntiva”. È il Comitato consultivo della Convenzione quadro del Consiglio d’Europa per la protezione delle minoranze nazionali (Fcnm) a indicarlo nel suo quarto Parere sull’Albania in cui sottolinea anche la “necessità di rispettare rigorosamente il principio della libera identificazione”. “Rom ed egiziani continuano a essere vittime di disuguaglianze e discriminazioni, in particolare a livello locale”, si legge nel Parere che suggerisce “ulteriori sforzi” per “migliorare le loro condizioni di vita e l’accesso all’occupazione, all’istruzione e all’assistenza sanitaria e per promuovere la loro integrazione nella società”. Servono anche “fondi adeguati per l’attuazione del piano d’azione nazionale 2016-2020 per l’integrazione di rom ed egiziani”. Secondo il Consiglio, occorre garantire che “le minoranze nazionali numericamente più piccole abbiano accesso all’istruzione nelle lingue minoritarie e che sia disponibile un numero sufficiente di libri di testo”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Riepilogo